Post

PHOTO AND VIDEO MAKING IN YOUR CLASSROOM: THE EDUCATION POWER OF MULTIMEDIA Barcellona, 1-5 novembre2021 Finalmente domenica scorsa siamo partiti...aspettavamo questo momento da un anno e mezzo. I nostri corsi e i nostri voli erano stati annullati per l’aumentare dei contagi da Coronavirus in tutta Europa. Domenica a Ferrara il tempo era grigio, umido e freddo ma una volta atterrati a Barcellona il caldo di questo paese ci ha avvolti nei suoi 21°C. Abbiamo preso possesso del nostro alloggio ed abbiamo provato subito ad entrare nello spirito di questa città che vive un paio d’ore avanti rispetto a noi. Quindi cena alle 09.30-10  assaggiando le note TAPAS e poi a letto . Primo giorno a Barcellona! U na città entusiasmante, con un’impressionante quantità di cose da vedere e da fare.                             Una città splendida, ricca di scorci panoramici, parchi, vie e piazze con un’atmosfera d’altri tempi. La nostra scuola si trova a pochi passi da Plaça de Catalunya una grande piaz

Primi giorni in Finlandia

Immagine
  Le prime due giornate in Finlandia sono state meno fredde del previsto: ci aspettavamo cielo grigio e temperature polari e invece abbiamo avuto un po' di sole (che quando esce è davvero caldo!) e qualche timida pioggerellina. Abbiamo visitato la città, per lo più a piedi, e l'abbiamo trovata a misura d'uomo , molto pulita e non troppo trafficata. Il rispetto per la natura è al primo posto, per quello che possiamo vedere. In questi primi giorni, rispetto all'Italia i prezzi ci sono sembrati abbastanza cari, sia nei ristoranti, che nei bar che al mercato. Per fortuna non abbiamo dovuto convertire denaro, perché anche qui hanno l'Euro.  Una curiosità riguarda le finestre: sia in hotel sia alla scuola abbiamo notato che non hanno possibilità di apertura: l'aria circola solo attraverso sistemi di areazione interni. Questo ci ha fatto riflettere sull'importanza di poter arieggiare le stanze, un gesto per noi quotidiano e naturale. Sabato nonostante la pioggia in

Una settimana a Dublino: Inglese, CLIL, cultura e natura!

Immagine
I viaggi del CPIA Ferrara in Europa continuano anche in autunno: la nostra collega Nicoletta Onisto, prof. di matematica e scienze al Primo Livello, ha appena trascorso una settimana a Dublino, per seguire un corso intensivo di inglese e uno sul CLIL. L'acronimo CLIL significa "Content and Language Integrated Learning" ed è un metodo didattico che prevede l'insegnamento integrato di una materia (content) in lingua straniera (language). Il corso si tiene presso la ULearn Language School Dublin  e vanno dalle 9:00 alle 15:00, con un'ora di pausa, durante la settimana è prevista anche una gita a Belfast.    Sono giornate molto intense per la nostra collega Nicoletta, che oltre a relazionarsi con la vita e il clima irlandese (di mattina ci sono anche 2 gradi!) porta avanti ogni giorno un confronto importante con altri insegnanti d'Italia e d'Europa. Dopo la scuola, può dedicarsi a visitare la città, i suoi magnifici parchi, musei e università famose. D

Berlino: passato e presente

Immagine
L’arrivo a Berlino è andato benissimo. Superata l’ansia del volo, ci siamo ambientati subito nel nostro ostello Design Hostel. In due giorni abbiamo girato la città in lungo e in largo, grazie anche al meteo favorevole. Oggi abbiamo esplorato la Berlino del muro. Riflessioni sul passato e considerazioni sul presente, e sull’Europa. Domani mattina inizia il nostro corso sull’intercultura, nel quartiere Moabit. Siamo curiosi e impazienti di conoscere i nostri compagni di corso. A domani!    

C'era una volta un progetto...

Immagine
In Febbraio il Centro per l'istruzione degli Adulti di Ferrara si è candidato per ricevere un fondo europeo che gli permettesse di realizzare, nell'arco di due anni, azioni concrete mirate alla formazione dello staff e all'ampliamento dei propri orizzonti. Il progetto è stato intitolato "confrontiamo CPIA in Europa", e il finanziamento è stato approvato nel mese di giugno 2019. Gli obiettivi del progetto coinvolgo quindi gran parte del personale scolastico, e sono molteplici, primo fra tutti quello di offrire un servizio migliore all’utenza, sia in termini di didattica  che di  accoglienza e segreteria. Inoltre si mira a ridurre la dispersione scolastica, esplorando tecniche didattiche più coinvolgenti, comprese quelle della formazione a distanza per i nostri utenti che spesso sono all'estero o per motivi di lavoro non riescono a frequentare con costanza le lezioni di persona. Questo progetto darà allo staff strumenti per  aggiornarsi autonomamente e in g